La seconda puntata del podcast di Motorsport Republic+ è una conversazione intorno al mondo dell’auto, ma senza parlare dell’auto in particolare. Dal marketing, alla comunicazione, dal social alle community da track day. Con Matteo Cassese a sondare tendenze, novità, tecniche e a conoscere i protagonisti

Ed eccoci alla seconda puntata del Podcast di Motorsport Republic+. Insieme a Matteo Cassese inauguriamo la Serie “Road Trippin” un viaggio in auto, ideale, che sarà un duetto con professionisti legati direttamente o indirettamente al settore dell’auto.

Matteo è un writer di Motorsport Republic+ ed è un consulente di marketing e digital marketing per molte grandi aziende dell’entertainment internazionale come Warner Bros. e Netflix. Vive a Berlino, gira il mondo facendo spesso la spola con l’Italia. E’ un appassionato di auto e di guida, e la sua esperienza professionale lo ha aiutato a farsi una certa idea sulle differenze negli approcci di comunicazione e nel come viene vissuta, seguita e supportata la passione per l’auto. Soprattutto in Germania, dove, da appassionato di track day, non disdegna di frequentarne il tempio: il Nürburgring Nordschleife.

In questa prima puntata, parliamo del rapporto dei Costruttori con i propri clienti o quelli potenziali.  Un  Funnel all’interno del quale si può costruire una duratura fidelizzazione o un altrettanto duraturo (o definitivo) distacco.

Acquisto dell’auto e utilizzo senza proprietà. Gli esempio di Volvo, Audi e Porsche.

Per esempio la dinamica dell’acquisto e se la rete ne ha cambiato l’abitudine nel suo processo. E’ ipotizzabile un intero ciclo da svolgersi solo attraverso il web o è importante, invece, finalizzare la decisione all’interno di una Concessionaria? Un momento che riveste molta importanza anche nel percorso di fidelizzazione al Marchio. Diverso il discorso dell’utilizzo dell’auto slegato dal concetto del possesso. In questo caso abbiamo parlato della nuova proposta di Volvo: “Care by Volvo” dove all’utilizzo dell’auto si lega un servizio premium e personalizzato. Ne ho scritto anche nella prova della Volvo XC40, l’auto con la quale questa formula è partita.

Ma c’è anche Audi che offre pacchetti in cui puoi cambiare diverse volte la vettura nel corso della vita del contratto o Porsche che ti offre, in Germania, oltre al servizio di noleggio normale anche un servizio con autista. Per Matteo la condivisione non sminuisce la passione ed i servizi offerti, anche i più semplici, confermano, per lui, questa convinzione. L’auto come servizio non è un’auto svuotata di passione è solo un’auto più approcciabile.

Il dopo crisi spinge la comunicazione a ritornare sui valori del Marchio?

Se il momento dell’acquisto è già piuttosto evoluto, sono le fasi di pre-acquisto, di avvicinamento al Marchio e quella del post-vendita che possono ancora migliorare, sia in termini di personalizzazione dei servizi offerti e sia in termini di una comunicazione che sembra ritornare a battere, con più forza, sui valori tipici del Brand.  In questi anni la comunicazione commerciale è stata piuttosto spersonalizzante, con gli atout principali focalizzati sulle tecnologie, le configurazioni possibili, il più basso impatto ambientale e una forsennata competizione sul prezzo.  Adesso si ritorna a comunicare il Marchio, con la sua storia.

Nuovi segmenti e nuovi mercati dove essere presenti

Cambia il paradigma della comunicazione. Si esce dal target tradizionalmente legato alle quattro ruote, si va alla ricerca di segmenti contigui o addirittura alternativi. Per esempio la massa crescente di appassionati, non per forza giovani e giovanissimi, coinvolta nel mondo delle simulazioni. Gli E-Sports a cui le Case occhieggiano lanciando i loro team ufficiali. L’ultima news al riguardo, quella di Renault. 

Con questa seconda puntata del podcast di MR+, abbiamo iniziato ad affrontare un argomento vastissimo, zeppo di contenuti, di tecnica, di best practice, che affronteremo nella serie “Road Trippin”, un viaggio su strada virtuale, che farò in duetto con Matteo, per conversare su argomenti che girano intorno all’auto anche con ospiti internazionali ed esperti dei vari settori.

Come ascoltare il Podcast di Motorsport Republic+

Qui potete leggere quello che penso del podcast e della sua grande versatilità d’ascolto. Il podcast di Motorsport Republic+ potete ascoltarlo direttamente nell’articolo (in questo caso in apertura troverete sempre il player), ma potete anche abbonarvi direttamente andando su Spreaker  e cercando “Il podcast di Motorsport Republic+” o semplicemente Motorsport Republic+. Ma la vera potenzialità dello strumento la potrete sperimentare scaricandovi qualsiasi app dedicata al podcasting (iniziando da quella di Spreaker o lo stesso iTunes) sul vostro smartphone o table Android o iOS e seguendo il canale di Motorsport Republic.

Buon ascolto.