Dopo la prima prova al Mugello, ecco che il circus della Clio Cup va oltre confine e mette le tende nello splendido circuito di Brno. Qui è il turno di Andrea Stassano (Quattoruote) e Giovanni Mancini (Elaborare-Newsauto.it) a correre e sfidarsi per la Clio Cup Press League 2017.

[dropcap]D[/dropcap]opo la prima prova sul circuito del Mugello, dove è stata la coppia Alberto Bergamaschi e Michele Faccin ad aprire le danze della Clio Cup Press League 2017, questa volta si va oltre confine, nello splendido circuito di Brno.

Per essere precisi il nome corretto di questo autodromo è Masaryk Circuit, affonda le radici nella grande tradizione corsaiola della città di Brno che fino agli anni ’30 era un po’ l’epicentro delle corse in auto e moto della regione. Si può tranquillamente dire che nell’Europa Centrale c’era una seconda proposta simile al Nurburgring Nordschleife ed era qui a Brno. Quasi 30 chilometri di strada bianca che saliva e scendeva serpeggiando tra le valli punteggiate da case sparse e piccoli villaggi. E’ qui che si corse il primo Grand Prix Masaryk, in onore del primo Presidente della Cecoslovacchia Tomáš Masaryk.

L’attuale layout è solo un pallido richiamo a quello che è stata l’origine di questo tracciato, ma, come per il nostro Mugello che ha radici simili, Brno rappresenta oggi  uno dei pochi veri circuiti da corsa che fanno la differenza.

E’ su queste elettrizzanti saliscendi da 5.403 mt che Giovanni Mancini (Elaborare-Newsauto.it) e Andrea Stassano (Quattoruote) hanno affrontato la seconda tappa della Clio Cup Press League seguendo un timeline molto serrata: 1 turno di prove libere da 30’, 1 turno di qualifica da 15’ ed una gara da 20′ a testa

La prima presa di contatto, per la  Clio Cup numero 33, è sotto una pioggia insistente. Una condizione certamente non ideale per studiare le migliori linee da adottare su questo circuito così tecnico. Il poco tempo a disposizione previsto, poi l’acqua che costringe a traiettorie molto differenti rispetto a quelle da asciutto, non aiutano certo Mancini e Stassano a trovare subito un ritmo accettabile. Per questo si decide di dividere i due turni di prove libere previsti, ognuno dei quali da 30′, a metà. Questo per consentire sia a Giovanni che ad Andrea di trovare un inizio di affiatamento con la Clio Cup

Per le qualifiche, invece, il tempo vira decisamente sul sereno. Due turni sotto il sole fanno aumentare immediatamente la fiducia e un ritmo subito più consono consente di staccare, per entrambi, il sedicesimo tempo.
Nel primo turno è Andrea Stassano a scendere in pista il suo miglior crono, di 2’23.986 è stato staccato proprio all’ultimo dei 6 giri percorsi.

Per Qualifiche 2 è il turno di Giovanni Mancini. Anche per lui sono 6 i giri totali arrivando, però, più rapidamente al crono migliore. Infatti è al terzo giro che stacca un 2’23.606. Poco più di tre decimi più veloce del tuo team mate a riprova di un equipaggio molto equilibrato.

L’assetto della Clio Cup Press League, normalmente più conservativo rispetto a quello standard degli altri piloti, è stato leggermente “liberato” nel posteriore intervenendo sul camber aumentandone l’angolo per migliorare velocità di inserimento e percorrenza in curva. Una scelta che ha permesso di diminuire leggermente il sottosterzo che si viene a determinare con il degrado dei pneumatici.

La Clio Cup Press League fa tappa a Brno per il secondo appuntamento della stagione
Andrea Stassano

Le gare sono state efficaci e veloci per tutti e due i contendenti. Ottimo Andrea Stassano che parte in Gara 1 esprimendosi in una condotta accorta e priva di errori. Sono 11 i giri compiuti metà dei quali con un passo costantemente inferiore al suo crono di qualifica a riprova del fatto che in questo sport l’80% della competitività è il risultato della … pratica. Passa sotto la bandiera a scacchi in 15.ma posizione con il suo best lap in 2’23.493.

Ho ritrovato le belle sensazioni già provate al Mugello, quelle di un'auto sincera ed efficace in curva. Non facile, però, se cerchi di limare l'ultimo secondo al giro. Nelle prove, su questo circuito ritmato e pieno di chicane e saliscendi, abbiamo chiesto di poter aprire un po' la convergenza posteriore. Questo ha migliorato l'inserimento in curva, ha fatto scendere i tempi, ma non risolto del tutto il fatto che verso fine gara, per entrambi, le gomme anteriori tendevano a scaldarsi troppo provocando più sottosterzo e rallentando il nostro ritmo. Cambio e freni sempre OK!

Andrea Stassano
La Clio Cup Press League fa tappa a Brno per il secondo appuntamento della stagione
Giovanni Mancini

In Gara 2  Giovanni Mancini ha corso il suo stint faticando non poco per rimanere nel gruppo al ridosso della Top Ten nonostante le temperature elevate registrate in pista che hanno contribuito, d’altronde, ad alzare il ritmo complessivo dell’intero gruppo. A riprova del grande equilibrio dei due piloti, anche Giovanni taglia il traguardo in 15.ma posizione con il miglior crono in 2’23.543 ottenuto al terzo passaggio di undici.

Guidare questa Clio Cup a Brno è stato decisamente entusiasmante. Prima di tutto per le caratteristiche del tracciato che ci ha consentito, a prescindere dall'aspetto agonistico, di provare a fondo questa versione da corsa della Clio Trophy. Ho provato la versione stradale in pista a Vallelunga e devo dire che le differenze sono legate principalmente all'equipaggiamento da corsa della Cup e una reattività generale ovviamente maggiore. Ma le caratteristiche di base sono le stesse. La maggiore differenza è la velocità di cambiata di questo sequenziale SADEV rispetto all'EDC della versione stradale. Mi è piaciuta molto la bagarre che ho gestito, sopratutto in partenza. Certo, non sono riuscito a stare attaccato ai primi che sono ovviamente più veloci e preparati di noi che corriamo ospiti per un week end. Per entrare nella rosa dei migliori dieci sarebbe necessario lavorare di più sull'assetto rendendo la vettura complessivamente più reattiva e veloce dei cambi di direzione, ma questo vorrebbe dire renderla anche meno stabile. Un comportamento che richiede necessariamente più pratica e confidenza. Ma l'esperienza è stata magnifica e vivere insieme a Renault, come piloti ufficiali, questo week end di Brno, è stato una magnifica soddisfazione

Giovanni Mancini

Adesso sarà il mio turno per il prossimo fine settimana di Monza. Mi dividerò la  Clio Cup con Mirco Magni di Autoblog.it

(Tutte le foto sono di Roberto Piccinini)