Jaguar si issa in cima alla classifica delle più veloci del Nürburgring Nordschleife. Con la nuova XE SV Project 8 stabilisce il record tra le berline 4 porte. Con un tempo di 7’21.2  batte il precedente crono della Alfa Rome Giulia (7’32) di oltre 10 secondi.

[dropcap]I[/dropcap]nutile soffermarci sul fascino di questo circuito e sull’importanza di questa sorta di sfida a distanza tra Case costruttrici perché andare forte qui, battere record tra i 22 e passa chilometri del Nordschleife vuol dire suggellare, certificandola, la bontà di un progetto, di una vettura. Qui vai forte se il complessivo di un’auto si integra alla perfezione: telaio, motore, freni, sterzo, assetto, tutto deve funzionare come una perfetta complicazione d’alta orologeria.

Jaguar XE SV Project 8. Nuovo record sul giro sul Nurburgring

Adesso è il turno di Jaguar con la sua XE SV Project 8 di cui avevo già scritto qui  quando si era ancora in fase di sviluppo. A guardare il video la prima cosa che salta all’occhio è la tranquillità degli input del pilota sul volante, segno di un rimarchevole equilibrio generale della vettura deliberata dalla SVO (Special Vehicle Operations). Il record di 7’21.2 è stato, come di norma in queste occasioni, registrato e ufficializzato dallo stesso Costruttore. Il video rappresenta, in questi casi, una certificazione del tempo ottenuto. Crono che è stato staccato anche senza una particolare rincorsa visto che il pilota è partito quasi da fermo.

Jaguar XE SV Project 8. Nuovo record sul giro sul Nurburgring

Le caratteristiche tecniche e costruttive della XE SV Project 8

La XE SV Project 8 è la Jaguar più estrema di sempre, progettata dalla divisione SVO, viene assemblata a mano nello stesso centro tecnico a Coventry piuttosto che a Solihull. Attualmente si trova alla fine del suo programma di pre-produzione e le prestazioni parlano di un’auto da 600 cavalli in grado di scattare da 0-100 km/h in 3,7 secondi e di raggiungere una velocità massima di 320 km/h. Numeri che la installano di diritto nel regno della Porsche 911 GT3 e davanti a un’altra vettura ad edizione limitata come la BMW M4 GTS. Analogamente al Project 7, anche la XE SV Project 8 utilizza il V8 5 litri sovralimentato questa volta, però, ulteriormente potenziato. La trazione è integrale anziché posteriore come nella Project 7 e utilizza una versione ulteriormente rifinita dell’ottimo cambio automatico ZF a otto velocità.

Esteticamente le modifiche sono importanti e tutte finalizzate a produrre una maggiore downforce. Anteriormente è presente uno splitter regolabile mentre il sottoscocca è piatto e termina con un esteso diffusore posteriore. Il paraurti è in fibra di carbonio così come l’ala posteriore regolabile. Sebbene al colpo d’occhio l’aspetto è piuttosto simile alla versione più “educata” della XE, qui oltre il 75% delle componenti della carrozzeria è progettato e costruito ad hoc. In poche parole solo porte anteriori e tetto sono rimasti immutati rispetto alla versione stock. Tra le modifiche di dettaglio anche i fari anteriori che sono stati spostati in avanti di 14 mm al fine di migliorare il flusso d’aria in entrata nel vano motore. Modifica completata anche dalla presenza di un nuovo condotto di estrazione dell’aria calda. Il cofano è integralmente in fibra di carbonio che risulta 3 kg più leggero della versione di produzione mentre gli archi dei passaruota sono stati allargati di oltre 55 mm per accogliere pneumatici da 305 mm di larghezza. Questo ha comportato che anche le portiere posteriori venissero ridisegnate e realizzate ex novo.

Jaguar XE SV Project 8. Nuovo record sul giro sul Nurburgring

Tutte queste modifiche aerodinamiche/estetiche, studiate minuziosamente in galleria del vento e nel corso di simulazioni fluidodinamiche, hanno consentito di ottenere un carico aerodinamico complessivo di 122 kg a 300 km/h.

La missione dei progettisti e degli ingegneri della SVO era di creare la Jaguar stradale più orientata alla pista di sempre, non solo in termini di velocità ma anche di agilità. Per questo, solo il rivestimento del tetto e delle portiere è rimasto inalterato rispetto alla XE di serie mentre il 75% della sua meccanica è completamente nuovo. Questo incredibile record al Nürburgring Nordschleife convalida il successo di tali estesi cambiamenti

Mark Stanton, SVO Director

 

Le consegne ai clienti sono previste a partire da maggio 2018. Gli esemplari complessivi saranno 300 ed il prezzo di vendita circa 170.000 Euro. Si parla però di un terzo della produzione (100 esemplari) già venduti prima della Prima al Goodwood Festival of Speed. C’è chi scommette che, dopo questo record, l’intera produzione sarà Sold Out entro il mese di dicembre. Io ci credo.

 

 

 

 

 

 

 

·

 

.